Ultime scientifiche

mercoledì 31 dicembre 2008

TUMORI : STUDIO, L'ESTRATTO DI SEMI DI UVA UCCIDE LE CELLULE CANCEROGENE

Un estratto ottenuto dai semi dell'uva uccide le celule cancerogene.
L'ha scoperto una ricerca americana , dell'universita' del Kentucky, pubblicata da Clinical Cancer Research.
In esperimento in laboratorio, si e' visto che questo estratto naturale induce le cellule della leucemia al suicidio : dopo 24 ore dall'esposizione, il 76% delle cellule leucemiche era stato eliminato e le restanti erano diventate inefficaci.
Altri studi avevano gia' mostrato l'effetto dell'estratto dei semi di uva sui tumori della pelle, del seno, al polmone , stomaco e prostata.
Questa importante scoperta dovra' essere confermata, per adesso e' stata condotta solo su cellule isolate in laboratorio e non sul corpo dei pazienti ; ma apre la strada ad una nuova, forse rivoluzionaria, forma di cura.
I semi dell'uva contengono antiossidanti, come il resveratrolo, conosciuti per le proprieta' anti - tumorali e benefiche per il cuore.

martedì 30 dicembre 2008

CUORE : STUDIO, PRESSIONE ALTA E' SCRITTA NEI GENI DEI BIANCHI

Un bianco su cinque porta una mutazione genetica che aumenta il rischio di sviluppare pressione alta e dunque problemi cardio-vascolari.
La variante del gene STK39 e' stata scoperta analizzando il patrimonio genetico di migliaia di americani ed europei.
Lo studio e' dell'Universita' del Maryland ed e' pubblicato dallla rivista dell''Accademia nazionale delle scienze americana, Pnas.
Nei paesi occidentali circa una persona su 4 ha problemi di pressione alta, spesso senza saperlo.
I ricercatori hanno comunque specificato che la pressione alta resta un fattore di rischio ancorato allo stile di vita del singolo per un buon 80 per cento.

INFLUENZA : CREATO VIRUS "SPAGNOLA", SPIEGA CAUSE PANDEMIA

Ottenuto per la prima volta in laboratorio un virus dell'influenza che contiene il potere pandemico della Spagnola, l'influenza che nel 1918 provocò circa 50 milioni di vittime.
C'é riuscito un gruppo di scienziati dell'Università del Wisconsin attraverso la creazione di vari virus ibridi, contenenti in parte geni di un normalissimo virus influenzale moderno e in parte geni della Spagnola.
Lo studio è riportato sulla rivista dell'Accademia Americana delle Scienze "Pnas". In questo modo si sono potuti individuare i "geni della pandemia", ovvero cosa ha determinato la ferocia della Spagnola.
La speranza è, in futuro, di capire come sconfiggere virus pandemici particolarmente resistenti. I "geni della pandemia" sono risultati essere quelli per il complesso dell' "Rna polimerasi", ovvero i tre geni PA, PB1, PB2 che insieme costituiscono il complesso enzimatico responsabile di produzione proteica e replicazione del virus.

lunedì 29 dicembre 2008

MALATTIE RENALI : STUDIO, LA VITAMINA B1 PUO' FERMARLE

La vitamina B1, o tiamina, puo' invertire il corso delle malattie renali se somministrata con tempestivita'.
Lo mostra uno studio della Warwick University condotto su 40 pazienti : il trattamento per tre mesi con alte dosi - 300 mg - di vitamina B1 ha risolto il problema in un terzo di loro, fermando la perdita di una proteina chiave dalle urine.
Lo riporta la rivista britannica Diabetologia. Secondo gli esperti la scoperta e' molto promettente, ma nuovi studi dovranno confermarla.

TUMORE AL POLMONE : STUDIO, ADDITIVI ALIMENTARI SOTTO ACCUSA

Alcuni additivi usati comunemente negli alimenti possono rafforzare lo sviluppo del tumore al polmone, una delle più temibili forme tumorali.
Lo sostiene una ricerca coreana condotta su animali e pubblicata su American Journal of Respiratory and Critical Care Medicine. Gli alimenti considerati sono carne, formaggio e bevande contenenti fosfati inorganici, soprattutto le cola.
L'esperimento è stato condotto su topi già malati di tumore al polmone e si è visto che questo additivo, finora considerato innocuo, accelerava la crescita della malattia.
I fosfati sono utilizzati per migliorare la consistenza degli alimenti e aumentare la percentuale di acqua trattenuta.

venerdì 26 dicembre 2008

MENTE : PIANGERE FA BENE AGLI UOMINI COME ALLE DONNE

Sembra la morale di un bel film di Natale e invece è una ricetta di benessere documentata scientificamente : piangere fa bene.
Lo studio è della "University of South Florida di Tampa" e spiega come la capacità di piangere faccia parte dell'essere umano a prescindere dal sesso. I dettagli sono pubblicati dalla rivista "Current Directions in Phychological Science ".
La ricerca ha indagato il comportamento di oltre 3000 persone in 30 Paesi, e visto come il 60-70% dei partecipanti ha detto di essersi sentito meglio dopo aver pianto.

giovedì 25 dicembre 2008

TECNOLOGIA : ARRIVA LA CASA DOMOTICA CONTROLLATA DAL CERVELLO

Porte che si aprono e si chiudono, luci, tv, stereo ed elettrodomestici che si accendono e si spengono grazie alla forza del pensiero.
Non è fantascienza, ma la prima casa domotica controllata da impulsi cerebrali. E' stata realizzata nei laboratori della Fondazione Santa Lucia da un gruppo di ricerca de La Sapienza e di Roma Tor Vergata.
Una cuffia munita di elettrodi permette di captare l'onda emessa dal cervello quando un oggetto cattura la sua attenzione. Un computer collegato alla cuffia ed ai dispositivi elettrici della casa legge l'impulso e invia il comando per azionare piccoli robot.
Il prossimo passo è rendere invisibile il sistema con l'abolizione della cuffia sostituita da piccolissimi elettrodi senza fili.

ALIMENTAZIONE : IL CAFFE' FA PIU' EFFETTO AGLI UOMINI

Il caffe' fa piu' effetto agli uomini che alle donne.
In uno studio condotto su 668 volontari, si e' visto come un espresso rinvigorisca un maschio gia' dopo 10 minuti, e rinfreschi anche le donne, ma in maniera piu' blanda.
Lo studio e' dell'universita' di Barcellona e le implicazioni paiono essere anche psicologiche, visto che un risultato simile e' stato ottenuto anche somministrando caffe' decaffeinato.
I dettagli su trovano nella rivista Progress in Neuro-Psychopharmacology + Biological Psychiatry.
Secondo i ricercatori le differenze di genere nel recepire gli effetti degli alimenti dovrebbero essere investigate meglio, per giungere un giorno a formulare diete su misura per ogni patrimonio genetico, eta' o corporatura.

SESSO : UN CHIP PER STUDIARE L'ATTIVITA' SESSUALE

Al dipartimento di psichiatria dell'Universita' di Oxford e' stata individuata la corteccia orbito- frontale come target per la stimolazione.
Quest'area del cervello , dietro agli occhi, e' associata alle sensazioni di piacere derivanti dal sesso e dal cibo, come riporta il Nature Reviews Neuroscienze Journal.
Il professore di neurochirurgia dela prestigiosa universita' Tipu Aziz, ha spiegato che " gia' qualche anno fa uno scienziato ha impiantato un chip analogo nel cervello di una donna con un bassisimo impulso sessuale, trasformandola in una donna molto attiva ". Purtroppo però la paziente decise di farsi rimuovere l'apparecchio perche' non riusciva ad adeguarsi ai nuovi impulsi .

mercoledì 24 dicembre 2008

DORMIRE POCO AUMENTA IL RISCHIO CARDIOVASCOLARE

Un nuovo studio allunga la lista dei danni che puo' subire chi dorme poco : le arterie possono indurirsi e condurre a malattie cardiovascolari.
Lo mostra uno studio pubblicato dal Journal of the American Medical Association e condotto dal'universia' di Chicago.
Arterie calcificate sono state riscontrate in ben un terzo delle persone che dormivano meno di 5 ore per notte. Bastava una sola ora in più di sonno a notte per ridurre l'incidenza a uno ogni dieci.
Lo studio e' stato condotto su 495 adulti.

TERREMOTO : " POSSIBILI ALTRE SCOSSE DI ASSESTAMENTO IN ARRIVO "

" L'epicentro avrebbe una potenza di 6 gradi centigradi ed e' dunque ipotizzabile che ci saranno dei danni.
C'e' stata una prima scossa premonitrice e non si puo' sapere se ce ne saranno di nuove " , così il professor Claudio Eva, responsabile dellla rete sismica dell'Italia nord - occidentale.